Progetto Poliambulatorio Agadez - Club Volare Onlus

Vai ai contenuti

Menu principale:

Progetto Poliambulatorio Agadez

Livello 17

IL VIAGGIO
Ci accompagnano Mario e Paola dell'associazione Lucca Tuareg, partner del progetto di struttura sanitaria, viaggiatori incalliti, appassionati dai Tuareg.
Azzerato il turismo e cessati i voli diretti in conseguenza della situazione militare, si raggiunge Agadez con un viaggio in bus di 950 km. dalla capitale Niamey, dopo il trasferimento aereo da Malpensa Via Casablanca.
Il tentativo di limitare a 2 giorni i tempi di trasferimento fallisce per un guasto al bus che perde l'appuntamento con la scorta militare prevista negli ultimi 300 km. del trasferimento e ci fa passare la notte del 14 e la mattina del 15 nella piccola stazione del bus di Abalak. Insieme a Farida, una Signora francese che cura un progetto in Agadez, eravamo gli unici europei presenti sul bus. Il disagio di dover dormire "plein air" sopra una stuoia e sotto una coperta è compensato dalla bella esperienza, facilitata dalla durata del viaggio, di contatti umani con persone di diversa cultura e religione. All'ora di pranzo le donne anziane e giovani con bimbi piccoli hanno fatto gruppo all'ombra del bus, ci hanno offerto il riso cucinato in cambio della frutta offerta ai bimbi.
Nel bus c'erano anche numerosi giovani che venivano dalla Nigeria ed altri paesi a Sud per raggiungere l'Algeria e la Libia secondo gli itinerari della migrazione.
Soprattutto nel viaggio di ritorno si è fatto sentire il caldo con le superfici interne del bus a temperatura di termosifone.
Ad accoglierci 5 persone, gli interlocutori del posto conosciuti da Mario e Paola.


IL PROGETTO "CABINET IMAN"
"Cabinet Iman" è la denominazione della struttura sanitaria dove "Iman" vuol dire "la vita", nome significativo in un paese dove sono diffuse la premorienza infantile e la morte per malattie facilmente curabili nel nostro mondo.
Lo scopo primario del nostro viaggio era verificare lo stato e la qualità dei lavori, l'avanzamento del programma, definire le regole di funzionamento della struttura una volta divenuta operativa. Ciò ha assorbito gran parte del nostro tempo, per altro nell'ambiente accogliente di un albergo in stile Tuareg - eravamo gli unici clienti - che ci ha compensato dei disagi del viaggio.

STATO DEI LAVORI
La visita ci ha mostrato una costruzione eseguita con criteri moderni e cioè intonaci in cemento, contro soffitti, imbiancatura, impianto elettrico ed idraulico nel pieno rispetto delle caratteristiche descritte nel dossier iniziale. L'area occupa poco più di 1.000 mq. di cui una buona metà è stata lasciata libera per eventuali sviluppi come radiologia, laboratorio, blocchetto operatorio Con i lavori in corso già finanziati, i fabbricati risultano ultimati rifiniture comprese. Pienamente rispettato anche il piano finanziario con qualche economia rispetto alle spese previste.
Stato di avanzamento del progetto
Per il completamento del progetto e rendere funzionale la struttura occorrono 25.268 € come si rileva dal seguente dettaglio:


PIANO FINANZIARIO PROGETTO 56.309
Lavori eseguiti (costruzione completa ) 31.041
Ancora da eseguire:
Arredamento 6.203
Materiale medico 10.743
Dotazione Farmaci 2.286
Costo del Personale 1° anno di attività 6.036
Totale residuo da finanziare 25.268

FONTI DI FINANZIAMENTO
Sia fa presente che i mezzi per finanziare il progetto sono stati reperiti da iniziative delle associazioni Lucca Tuareg (Pranzo di solidarietà) e Club Volare - Onlus (manifestazioni "Volare" 2007 e 2008) e grazie al contributo del Comune di Ghedi, Provincia di Brescia, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Provincia di Lucca, Comune di Lucca, Caritas Diocesana di Lucca.

CONVENZIONE per la gestione della struttura sanitaria.
E' stato l'impegno prioritario del nostro viaggio divenuto indispensabile per proseguire nella realizzazione del progetto.
Più o meno intensamente ha occupato 4 giorni della nostra permanenza per discutere, redigere, tradurre in lingua francese e sottoscrivere le norme di una convenzione fra le associazioni finanziatrici Lucca Tuareg e Club Volare Onlus, il promotore e Responsabile della Struttura l'infermiere Abderamine Bougounou detto Agache e Ahmed Amessalamine detto Ames per l'ADDS l'associazione nigerina che ci rappresenta sul posto. Per la definizione del documento è stato determinante il poter discutere direttamente evitando telefono e posta elettronica e di grande aiuto la presenza di Elena, che ha fatto da interprete e traduttrice. E così riteniamo di aver potuto conciliare lo scopo umanitario dell'intervento con l'autonomia finanziaria della gestione che le associazioni non sarebbero in grado di sostenere. La convenzione prevede : un obbligo perenne della struttura a curare gratuitamente i malati indigenti in misura percentuale delle proprie entrate, il controllo trimestrale che questo avvenga, nonché l'impegno ad ospitare medici volontari per assistenza ai malati e contributo alla gestione sanitaria. Ovviamente questi sono i dati principali dell'accordo sottoscritto che un volta tradotto in italiano sarà a disposizione di tutti.

Torna ad altri post

 
Torna ai contenuti | Torna al menu